Product Design |  Quando si parla di sostenibilità e in particolare di design sostenibile, non si può non parlare anche di fibre naturi, una fra tutte la canapa.

Coltivata da migliaia di anni un po’ in tutto il mondo, la canapa è una tipologia di fibra di rafia, ovvero che deriva dal fusto della pianta. Esattamente come avviene per la iuta o il lino. Un vegetale che si apre a innumerevoli utilizzi, dalla medicina, all’edilizia, dal settore alimentare alla cosmesi, fino anche al design.

Dalla canapa si possono ottenere tessuti, carta, truciolati, bioplastiche, ecc. Tutti materiali che, oggi (e non solo) sono comunemente impiegati nella moda e nel design.  Rappresentando, di fatto, un’alternativa di produzione e acquisto innovativo, consapevole e rivolto alla sostenibilità.

 

Hemp collection ecoepoque

 

La canapa, infatti, presenta tantissime caratteristiche che la rendono il materiale sostenibile per eccellenza, per esempio:

  • è biodegradabile, diversamente dalle fibre sintetiche, non inquinando una volta terminato il suo ciclo di vita come succede con i tessuti derivati dal petrolio.

  • non richiede pesticidi, prodotti chimici, fertilizzanti sintetici o semi OGM durante la sua coltivazione.

  • aiuta a ridurre la presenza di parassiti nelle piante vicine.

  • necessita di pochissima acqua e di terreno (con una resa doppia rispetto a quelle del cotone).

  • si coltiva in ogni stagione dell’anno, rinnovandosi a ogni ciclo di crescita e nutrendo il terreno sottostante.

  • le sue radici trattengono il terreno evitando possibili erosioni.

  • svolge una funzione “depurativa” assorbendo più anidride carbonica degli alberi e rimuovendo le tossine dal terreno grazie alle sue lunghe radici.

  • si utilizza in ogni sua parte, impiegandosi in diversi settori.

 

Rocking Horse-LivingHemp

 

Hemp plastic chair

 

Ma non solo. La fibra di canapa, infatti, è in grado di proteggere la pelle dai raggi UV, possiede una grande capacità termica (che permette di tenere al caldo in inverno e al fresco in estate), è antimicrobica, antibatterica, ipoallergenica e anti odore, non irrita la pelle ed è molto flessibile e resistente. Caratteristiche che le permettono di resistere a lungo e bene all’usura, alla muffa, al danneggiamento causato dai raggi solari o allo sporco.

Tutte peculiarità che incoronano la canapa come materiale principe nella realizzazione di tessuti 100% naturali. Ma anche carta pregiata, packaging ed elementi d’arredo.

 

 

Hemp flower

 

Come detto, infatti, di questa pianta non si butta via niente. E non a caso è proprio dalla sua parte fibrosa, quella che rappresenta “lo scarto di lavorazione” che si crea la bioplastica. Una sostanza a base vegetale, totalmente biodegradabile e compostabile. E molto simile per resistenza e leggerezza alla comune plastica.

Utile alla creazione di tavoli, sgabelli, portaoggetti, piatti, vassoi, carta da parati, ecc. Oggetti versatili, 100% naturali d ecologici, concepiti per un uso quotidiano anche grazie alla grande resistenza e durabilità di questo materiale straordinario, unico nel suo genere. E, soprattutto, rispettoso dell’ambiente.