MAXINE ÁLVAREZ |Mexico

18 GIUGNO | Livestreaming Workshop 11:00am (Mexico)/18:00 (Europe)

                                                          

 

 

MAXINE ÁLVAREZ

Il racconto della terra che si trasforma in ceramica.

 

 

Forme sinuose e simmetriche. Un perfetto equilibrio tra forza e dolcezza, tra geometria e arte. Sono le ceramiche di Maxine Álvarez, l’unione armoniosa tra materia e creatività. Nata e cresciuta in Messico, è sempre stata avvolta da un ambiente artistico, ricco di spunti, immaginazione e genio creativo, anche grazie all’attività del padre, il pittore Maxine Scherb.

La ceramista inizia il suo percorso nel 2014 dopo essersi trasferita a Los Angeles, in California, in seguito alla Laurea in Letteratura. Un viaggio che la porta ad immergersi totalmente nell’arte della ceramica.  

Una passione che traspare in ogni sua creazione e che esprime, in ogni centimetro di argilla, la ricerca e l’esplorazione continua della materia stessa.

 

 

Comprendere la pasta, le sue caratteristiche, la sua malleabilità e resistenza, sono alla base di ogni lavoro dell’artista.

Una fusione tra tecnica e creatività che si manifesta come massima espressione nelle sue ceramiche.

Linee sottili che trasmettono solidità, immobilità e silenzio. L’unico suono consentito è quello del tornio, strumento che dona voce alla materia e al racconto intrinseco che racchiude.

Perché l’argilla ha ricordi. Narra una storia. Una melodia che batte al ritmo naturale della terra, riflettendo in ogni sua parte l’intima connessione tra il terreno e tutto ciò che vive e scorre in esso, acqua, terra, fuoco e aria.

Ogni pezzo nasce dal rapporto personale dell’artista con la materia stessa. Le mani seguono il racconto misterioso dell’argilla e ne plasmano un nuovo capitolo.

E così, chi ne diventa proprietario, inizia una storia intima e unica con l’oggetto, che lascia la sua storia passata per diventare parte integrante di qualcosa di nuovo e della vita di chi lo sceglie.

Forza, azione e suoni di posti lontani. Nelle creazioni di Maxine Álvarez rivivono le esperienze vissute dalla materia e dalle quali proviene. Un viaggio attraverso la terra e che dalla terra modella e si ricrea, trasformandosi da fango in piccoli pezzi di arte, incontaminata e pura.

Un mix tra la fermezza di una scultura e la morbidezza insita nelle pennellate di un dipinto, in un equilibrio che richiama all’armonia della natura e che, come un fluido, si adatta perfettamente al suo contenitore, impreziosendolo di sostanza, spessore e valore.

INFO: Instagram/ @maxinealvarez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *