Come tanti di voi già sanno, la Real Academia de España en Roma promuove la formazione artistica e umanistica di artisti, restauratori e ricercatori, con la finalità di diffondere in Italia la cultura spagnola e favorire l’interazione culturale tra i due PaesiTra questi artisti si trova anche Victor Resco, borsista dell’Accademia. In queste articolo vi vogliamo parlare di lui, della sua traiettoria professionale e del suo progetto DIÁSPORA MMXVII.  
Victor Rescu
Photo: Victor Resco
Laureato in Belle Arti, Víctor Resco concepisce la moda come un linguaggio plurale, mediante il quale proporre nuovi contesti narrativi. Ispirandosi a elementi della cultura contemporanea, con le sue opere cerca di creare una moda concettuale, senza però rinunciare al lavoro sartoriale. Attualmente, Víctor Resco arricchisce la sua identità visiva ricercando mezzi efficaci di promozione e distribuzione. Stabilitosi in Spagna, realizza collezioni di moda e confeziona abiti su misura nel suo atelier di Madrid. Inoltre, partecipa ad attività connesse con il mondo dell’arte e del design, collaborando come stilista e creativa per alcune produzioni teatrali.
Proyecto Diaspora
Photo: Victor Resco
Victor ci racconta che il progetto Diáspora cerca di far convivere metodo surrealista e design di moda attraverso il tema della guerra. L’ambizione di creare un esercito e la crisi migratoria provocata dalla guerra costituiscono i pilastri su cui si fonda il processo creativo, proponendo quindi una riflessione politica attraverso il design. Il progetto trae nutrimento dal manifesto surrealista e dal lavoro di artisti del calibro di Giorgio de Chirico, sviluppando un design dal carattere marcatamente grafico e costruttivista. A sua volta, è rilevante anche l’uso delle mappe come motivo all’interno di un contesto scenico e narrativo. La reinterpretazione del motivo militare e i riferimenti alla moda degli anni ’30 convivono al fine di comporre uno scenario drammatico.
Victor Rescu
Photo: Victor Resco
La presentazione, a metà tra performance e sperimentazione, si terrà il 20 di Giugno alle 21:30 presso il Tempietto del Bramante. I bozzetti s’ispirano prevalentemente all’opera pittorica di Giorgio de Chirico e illustrano il tema della guerra, proponendo una riflessione sulla realtà politica e sociale europea attuale. La sfilata si propone non solo come presentazione di una collezione di moda femminile, ma anche come dialogo tra moda e danza, grazie alla collaborazione del coreografo Michele Mastroianni.
Proyecto diáspora
Photo: Victor Resco
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *